itenfrdejaptrorues

  Visitatori:

Archivio News

Il 28 ottobre giornata di birdwatching nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia

Avviato per il terzo anno consecutivo il progetto “Rete euromediterranea per il monitoraggio, la conservazione e la fruizione dell’avifauna migratrice e dei luoghi essenziali alla migrazione” in collaborazione tra i Parchi Nazionali dell’Alta Murgia, del Gargano, del Circeo, del Vesuvio e dell’Aspromonte, secondo la Direttiva per la biodiversità del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio.
Il monitoraggio dell’avifauna migratrice consente di campionare simultaneamente dati in alcune delle più interessanti aree protette del Sud d’Italia, in quanto metodologie standardizzate e comuni permettono un affidabile confronto tra i siti indagati per descrivere il flusso migratorio nell’Italia peninsulare.

Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia incontra gli Amministratori Locali del territorio

“Fare insieme” è il nuovo modello del “fare” che il Parco Nazionale dell’Alta Murgia vuole diffondere sul territorio.
Un Parco sempre più a contatto con gli attori e le comunità locali che diventano fondamentali nella diffusione e nella partecipazione alle iniziative promosse dall’Ente: va in tal senso l’incontro tenutosi stamattina presso la sede delle Officine del Piano a Ruvo di Puglia, in cui il vicepresidente Cesare Troia e il direttore Domenico Nicoletti hanno incontrato gli assessori dei Comuni del territorio per parlare del Festival della Ruralità, in programma in autunno a Gravina in Puglia; dei bandi lanciati dall’Ente per garantire la partecipazione dei giovani e promuoverne le idee e visioni e per premiare le aziende del Parco; del programma di Educazione Ambientale da diffondere con le scuole e della Carta Europea del Turismo Sostenibile (per la quale il Parco ha avviato il processo di ricandidatura).

Nasce il Lions Club Murgia Parco Nazionale: accanto al PNAM per la difesa, protezione e valorizzazione del territorio

Nasce il Lions Club Murgia Parco Nazionale: all’Hotel Pineta di Ruvo di Puglia si è tenuta, sabato scorso, la cerimonia di fondazione e consegna Charter dello Specialty Club che ha la finalità di affiancarsi alle attività del Parco Nazionale dell’Alta Murgia.
Accanto a un già esistente “Patto di Amicizia” sottoscritto tra i Club del territorio che rappresentano i Comuni che fanno parte del Parco, vede ora la luce un Lions Club ad hoc che nasce su impulso del Club Sponsor Altamura Jesce-Murex e i relativi promotori tra cui il past-governatore Alessandro Mastrorilli e l’attuale Governatore Domenico Mario Loizzo.
Il neonato Lions Club Murgia Parco Nazionale si pone due precise finalità, come ben esplicato dal nome: la prima è quella di occuparsi della Murgia; la seconda punta alla valorizzazione, alla difesa e alla tutela del Parco in tutte le attività. Il Club, infatti, oltre a porre l’attenzione su tutte le bellezze del Parco (percorsi naturalistici ed enogastronomici, storicità espressa dai monumenti presenti) estenderà la propria azione anche ai tredici Comuni: città ricche di storia, arte e tradizioni da difendere e valorizzare attraverso uno stretto rapporto di “amicizia e collaborazione”, che potranno, così, contare su un Club costituito che, da subito, accenderà i riflettori sul nostro territorio sia nel Congresso Nazionale, previsto a Firenze nel maggio 2019, e, ancora più importante, nella Convention mondiale che si terrà per la prima volta in Italia, a Milano, nel luglio 2019.

Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia primo “Parco Slow” d’Italia

È con grande orgoglio che l’intero Consiglio Direttivo del Parco Nazionale dell’Alta Murgia accoglie il riconoscimento come unico Parco in Italia ad essere “Parco Slow” ed entrare in questa rete internazionale.
Il “diploma” di Parco Slow è stato consegnato oggi al vicepresidente Cesare Troia e al direttore Domenico Nicoletti nell’incontro organizzato da Slow Food durante la dodicesima edizione di Terra Madre Salone del Gusto 2018, in corso in questi giorni a Torino.

Bozza di Strategia per l’Area Interna dell’Alta Murgia: azioni in sinergia con gli intenti del Parco

Qualcosa si muove per la definizione di una Strategia per l’Area Interna dell’Alta Murgia, quella parte del nostro territorio lontana dai servizi essenziali tanto da risentirne dal punto di vista della qualità della vita, dello sviluppo economico locale e del conseguente (in alcune zone) calo demografico.
Minervino Murge, Spinazzola e Poggiorsini sono i Comuni del Parco Nazionale dell’Alta Murgia che rientrano nell’area selezionata nell’ambito della Strategia Nazionale per le Aree Interne.
In questa prima fase, gli attori e le istituzioni del territorio sono in fase di ascolto delle forti richieste che arrivano dal basso, da chi in quelle zone ci vive e, come emerso nell’incontro tenutosi questa mattina nella Sala Consiliare del Comune di Poggiorsini su “Turismo responsabile e sostenibile, capitale naturale e culturale”, c’è grande volontà di riappropriarsi di una identità del territorio che ne rispecchi le necessità e le peculiarità.

Il PNAM al Tavolo di Partecipazione in occasione della Settimana Europea della Mobilità ad Andria

Il vicepresidente del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, Cesare Troia, ha preso parte, il 18 settembre, al Tavolo di Partecipazione sul tema “Racconti di progetti attivi tra ambiente e mobilità sostenibile” tenutosi all’Officina San Domenico di Andria nell’ambito delle iniziative organizzate dal Forum Città di Giovani in occasione della Settimana Europea della Mobilità.
Un confronto costruttivo tra diverse realtà attive sui temi della mobilità, della qualità dell’aria e della ricerca di soluzioni innovative per ridurre le emissioni di auto e di trasporto, anche grazie alle nuove tecnologie e alle misure di pianificazione: insieme a vicepresidente Troia, infatti, al Tavolo c’erano Pierpaolo Matera (assessore a Traffico e Mobilità del Comune di Andria), Riccardo Larosa (Legambiente Andria), Giovanni Prezioso (I Bicipedi), Maria Marzano (amministratrice del gruppo Facebook Car Sharing Andria “Chiacciër ind alla macch’n”), Nico Capogna e Davide Di Bisceglie (Pin Bike).

“Piano di Gestione del Cinghiale 2018-2020”: il Parco Nazionale dell’Alta Murgia chiede incontro ai Prefetti di Bari e BAT

Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia avvierà, a breve, il Piano di gestione del cinghiale 2018/2020, adottato con deliberazione del Consiglio Direttivo n. 26/2018 del 17 luglio 2018.
Un Piano che prevede una strategia articolata, in coerenza con la normativa vigente e con gli indirizzi nazionali, in particolare, con le “Linee guida per la gestione del cinghiale (SUS scrofa) nelle aree protette” pubblicate dal Ministero dell’Ambiente e dall’ISPRA.

Danneggiata da un principio d’incendio Masseria Martucci ad Altamura, “culla” del PNAM: l’Ente Parco esprime vicinanza e sostegno al Centro Studi “Torre di Nebbia”

Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia, nelle persone del vice presidente Cesare Troia, del direttore Domenico Nicoletti, e del Consiglio Direttivo tutto, esprime vicinanza e sostegno al Centro Studi “Torre di Nebbia” che ha sede nella Masseria Martucci ad Altamura che, martedì 4 settembre, è stata oggetto di un vile atto vandalico.

Idee, aziende e ‘visioni’: tre bandi dal Parco Nazionale dell’Alta Murgia

Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia, nell’anno del Cibo Italiano, si fa promotore delle eccellenze della Puglia, aprendosi ai cittadini e alle loro idee per renderli protagonisti del territorio.
È in quest’ottica che l’Ente ha lanciato tre diversi bandi, rivolti all’inventiva dei giovani “parchigiani”, alle aziende virtuose che operano sul territorio e a tutti coloro che vogliano raccontare il Parco dal loro punto di vista.