itenfrdejaptrorues

  Visitatori:

Archivio News

NOI CI STIAMO

ADERISCI ALL’INIZIATIVA VENERDI 1 MARZO alle 19,00 per CHIUDERE LE LUCI DELLE SEDI ISTITUZIONALI E DEI CENTRI VISITA NEI PARCHI NAZIONALI
 
Ri-generare
La Terra è stanca

Usurata, sfinita, a rischio. Ce lo dice con il clima che cambia. La Terra – che ci piace pensarla come Terra Madre - è logorata dall'uomo è dalla sua economia lineare. Quella che estrae le materie prime, scava, coltiva, spreme il pianeta. Quella che trasforma le materie in oggetti, beni - cose utili e cose inutili - utilizzando molta energia; quella che ci chiede di usare le cose - un po', tanto oppure poco – e poi di buttarle. Le cose diventano rifiuti, bisogna trovare dove metterli e cercare altre materie prime. Ci sono molte pressioni perché le cose durino poco, l'economia lineare ha fretta. La salvezza del genere umano sulla Terra passa dall'economia circolare: riutilizzare i materiali, ridurre gli sprechi, abolire “il fine vita”, mantenere, recuperare, rigenerare. Tenere il più possibile in circolo.L'economia circolare ha cominciato come una nicchia – tutto comincia con poco – adesso sta diventando economia vera. Ci investono grandi aziende, nascono nuove occupazioni. L'Italia è tra i leader mondiali nell'economia circolare. Nel riciclo degli imballaggi siamo i primi. Possiamo esserne orgogliosi e fare di più. “L'economia circolare deve sostituire quella lineare perché le risorse mondiali non sono infinite e sprecare non ha senso”, parole del Ministro dell'Ambiente.L'economia circolare è quella di una seconda opportunità. E di una terza e di altre ancora. Senza fine.
 

Parchi “Virtuosi” Alta Murgia e Cilento

Comunicazione del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare - Direzione Generale per la Conservazione della Natura e del Mare
 
Il Consiglio Direttivo del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, nella seduta del 26 febbraio 2019, ha preso atto, con soddisfazione, della comunicazione del Ministero dell'Ambiente - Direzione Generale per la Conservazione della Natura e del Mare che ha indicato i Parchi Nazionali dell'Alta Murgia e del Cilento come PARCHI "VIRTUOSI" d'ITALIA e, in quanto tali, "di essere destinatari di una premialità pari a € 25.396,27 per ciascun Ente Parco, avendo in qualità di Enti Parco coordinato progetti ritenuti fondamentali per la conservazione della Biodiversità assicurando il pieno rispetto delle tempistiche del cronoprogramma assegnato ed essendosi registrato un efficace raggiungimento dei risultati sugli obiettivi posti con i progetti definiti nelle azioni delle Direttive".

Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia si candida al rinnovo della CETS

Ad un anno esatto dall’avvio dei Forum del Parco per il rinnovo della Carta Europea del Turismo Sostenibile (CETS) nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia, si è concluso il processo che porta alla candidatura del PNAM al rinnovo della CETS.
Nella sala convegni dell’ex Convento dei Domenicani a Ruvo di Puglia, ieri sera, si è svolto il Forum finale a cui hanno partecipato i proponenti delle Azioni che vanno a comporre il Piano per il rinnovo della CETS per il quinquennio 2019-2023.

“Viste DiVersi”: un concorso di poesia per promuovere arte e natura

Cominciano a prender corpo i progetti della “Maratona delle Idee – Green Jobs nelle Aree Protette”, il bando del Parco Nazionale dell’Alta Murgia volto a promuovere il protagonismo dei giovani “parchigiani”.
“Viste DiVersi” è il progetto presentato da Davide Matera e Vincenzo Colonna, vincitori della Maratona delle Idee, ed è organizzato dall’associazione culturale Lab Experience di Gravina in Puglia e supportato dal Parco Nazionale dell’Alta Murgia.

X censimento dei cinghiali nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia

Parallelamente alle operazioni di cattura e traslocazione dei cinghiali avviate con grande successo dal Parco Nazionale dell’Alta Murgia, con il Raggruppamento Carabinieri Reparto Parco Nazionale dell’Alta Murgia, l’ARIF e l’Università degli Studi di Bari e con la collaborazione degli agricoltori del territorio, continuano le attività di monitoraggio tramite stime di popolazione nelle aree boscate.

Presentazione del Piano di Azione per la natura, i cittadini e l'economia. 5 e 6 febbraio 2019 - Gravina in Puglia

Tra gli obiettivi della programmazione 2019, l'approvazione del Piano di Azione per la natura, i cittadini e l'economia, attinente i progetti Direttiva Biodiversità - Liste rosse e priorità SNB nell'ambito di Rete Natura 2000. In questo scenario metodi e strumenti per la  identificazione e Valutazione dei Servizi Ecosistemici e Culturali e l'avvio delle procedure Piano triennale OO.PP. triennale dell'Ente Parco.

Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia parte attiva nel processo per la stesura della Legge sulla Bellezza del territorio pugliese

«Non potevamo non essere al fianco di questa iniziativa, nata dal confronto e che parte dal basso: una legge che rappresenta un’opportunità dal punto di vista urbanistico, sociale e identitario del territorio regionale»: così afferma il presidente vicario del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, Cesareo Troia, durante la seconda tappa del Tour della Bellezza pugliese, ospitata ieri a Ruvo di Puglia.
Il Parco già nel corso del Festival della Ruralità, svoltosi a novembre 2018, aveva “aderito” all’iniziativa dell’assessorato regionale alla pianificazione territoriale, firmando, con Legambiente Puglia, Federparchi Puglia e Università degli Studi di Bari, la Carta per la Legge sulla Bellezza: «nel Parco abbiamo le condizioni (ambientali, culturali, antropologiche e architettoniche) che ci permettono di dare un contributo fattivo a questa legge», ha aggiunto Troia.

“Un Parco per la Bellezza”: fa tappa a Ruvo il “Tour della Bellezza”

Fa tappa a Ruvo di Puglia, nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia, il “Tour della Bellezza” della Regione Puglia.
Giovedì 31 gennaio, dalle ore 15:00, la Pinacoteca Comunale di Arte Contemporanea “Domenico Cantatore” (in viale Madonna delle Grazie, 2) ospiterà il secondo appuntamento con le Giornate della Bellezza, il percorso partecipato che la Regione Puglia ha posto in essere che si concluderà con la formazione della Legge sulla Bellezza del Territorio e del Paesaggio.

Gestione dei cinghiali: proseguono le attività del PNAM

A due settimane dall’entrata in funzione dei sei recinti per la cattura dei cinghiali, il Parco Nazionale dell’Alta Murgia continua a tenere alta l’attenzione su un tema della massima importanza per la sicurezza del territorio e dei suoi abitanti.
Martedì 22 gennaio, nella sede del Parco a Gravina, si è tenuto un tavolo tecnico con tutti gli attori coinvolti nel Piano di gestione del cinghiale: vi hanno partecipato dirigenti e tecnici dell’Ente, il comandante del Raggruppamento Carabinieri Reparto Parco Nazionale dell’Alta Murgia, maggiore Giuliano Palomba, il consigliere della Città Metropolitana di Bari Antonio Stragapede e rappresentanti dell’ARIF e del Dipartimento di Biologia dell’Università degli Studi di Bari.