itenfrdejaptrorues

  Visitatori:

Archivio News

Comunità del Parco: lavoro di squadra per la crescita e lo sviluppo del territorio

Si è riunita ieri, presso la sede della Città Metropolitana a Bari, la Comunità del Parco che ha visto la presenza di tutti i rappresentanti dei Comuni del territorio e del suo Presidente Antonio Decaro che ha partecipato ai lavori dell’assemblea fino alla sua conclusione.
In apertura il Vice Presidente del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, Cesare Troia, ha ragguagliato i presenti sulle ultime attività dell’Ente: dall’attenzione alla sicurezza stradale e al problema dei cinghiali (oggetto di un recente incontro con il Prefetto della BAT e che presto verrà discusso anche con quello di Bari per richiedere azioni sinergiche volte alla soluzione dei problema), fino alla conferenza stampa di presentazione della piattaforma E-Venti (il cui grande successo dimostra che sul territorio c’è fermento e per questo Troia ha invitato i sindaci a fare in modo che i cittadini siano sempre più protagonisti e partecipino attivamente alle iniziative del PNAM).

Il territorio e i suoi abitanti protagonisti dell’azione del Parco Nazionale dell’Alta Murgia: nasce altamurgiaeventi.it

Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia lancia il portale www.altamurgiaeventi.it dedicato agli E-Venti del Parco: una proposta al territorio e al protagonismo di chi abita la Murgia, la vive e fa sì che non solo si conservino i suoi caratteri tradizionali, ma li interpreta in un suo modello evolutivo che il Parco ha il dovere di custodire e rilanciare sul piano comunicazionale.
La conferenza stampa di presentazione si è tenuta venerdì scorso, 26 ottobre, nella sede del Parco a Gravina ed è stata introdotta dal vicepresidente del PNAM Cesare Troia. A presentare il portale Mariarita Costanza di Macnil Gruppo Zucchetti. Le conclusioni, invece, sono state affidate al direttore del Domenico Nicoletti che ha anche parlato dei progetti futuri.

Il direttore del PNAM, Domenico Nicoletti, eletto nella Consulta dei Direttori di Federparchi

Il direttore del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, Domenico Nicoletti, è stato eletto, durante il congresso nazionale di Federparchi – Europarc Italia, in corso a Roma, nella Consulta dei Direttori di Federazione Italiana dei Parchi e delle Riserve Naturali.
Il 9° congresso nazionale dell’associazione, intitolato “Parchi, Comunità, Territorio e Competenze: le sfide del futuro per le Aree Protette”, ha visto confrontarsi tutti i soggetti interessati all’esistenza e allo sviluppo di una forte politica nazionale del settore ed al rafforzamento delle Aree Protette italiane.

Presentazione portale E-Venti

Venerdì 26 ottobre, alle 10:00, presso la sede del Parco Nazionale dell'Alta Murgia, a Gravina, si terrà la conferenza stampa di presentazione del portale E-Venti.

Il portale www.altamurgiaeventi.it è un aggregatore e contenitore utile per organizzare, strutturare e divulgare sotto un unico marchio centinaia di Eventi nei 13 Comuni del Parco, donando così un respiro nazionale e internazionale alle attività che si svolgono sulla Murgia, anche oltre i confini della Regione.

Bando di concorso per la selezione e ammissione al Corso di Qualificazione Professionale di “Guida del Parco Nazionale dell’Alta Murgia”

Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia, d’intesa con l’Assessorato alla Formazione Professionale della Regione Puglia, organizza un corso di qualificazione professionale per il rilascio del titolo ufficiale ed esclusivo di “Guida del Parco Nazionale dell’Alta Murgia”.
Il corso, gratuito, è riservato a 15 partecipanti e 5 uditori ai quali, al termine delle 231 ore previste per l’attività formativa (l’80% delle quali è da frequentare obbligatoriamente), verrà rilasciato il titolo di Guida Ufficiale del Parco.
Possono partecipare al Bando tutti coloro che abbiano compiuto i 18 anni d’età alla data di scadenza della presentazione delle domande e siano in possesso di un diploma di scuola media superiore.

Gestione cinghiali: il Parco Nazionale dell’Alta Murgia incontra il Prefetto della BAT, dott. Sensi

A seguito della richiesta fatta a settembre, il vicepresidente del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, Cesare Troia ha incontrato, questa mattina, il Prefetto di Barletta Andria Trani, dott. Emilio Dario Sensi per fare il punto sulla situazione per quanto riguarda la gestione dei cinghiali sull’intero territorio, soprattutto per quanto riguarda la viabilità stradale.
Un incontro costruttivo in cui l’Ente Parco ha sottoposto al Prefetto le principali problematiche derivanti dalla massiccia presenza di ungulati sul territorio (dall’incolumità sulle strade ai danni per l’agricoltura) proponendo anche soluzioni e provvedimenti da prendere per porre un argine al fenomeno: la cattura attraverso l’installazione di gabbie di grandi dimensioni, l’apposizione di cartelli per interdire l’accesso affinché le operazioni di cattura possano svolgersi nel modo più tranquillo e sicuro possibile, l’apposizione di limiti di velocità, indicatori luminosi e tutti gli strumenti che avvisino del pericolo sulle strade.

Via al programma di Educazione Ambientale con la consegna de “Le stagioni del Parco” a Corato

Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia va a scuola.
Consegnati, ieri, agli alunni delle classi terze D ed E della Scuola Primaria  “Luisa Piccarreta” di Corato i diari “Le stagioni del Parco”.
“La Murgia… (con orgoglio)… ‘la Terra Noste’” il titolo dell’evento organizzato da insegnanti e alunni che hanno accolto il direttore Domenico Nicoletti tra poesie e canti per dimostrare senso di appartenenza e amore per una terra che il direttore ha definito «ricca di storie e racconti. Una terra in cui è stato istituito un Parco Nazionale che la rende di importanza strategica per tutto il Paese».
Murge” del poeta coratino e presidente della locale Pro Loco Gerardo Strippoli, recitata in dialetto dai bambini, ha aperto un pomeriggio in cui gli alunni e l’Ente si sono scambiati la propria visione del Parco. Con un unico intento: quello di conoscere, valorizzare e curare un territorio dalle mille facce.

Presentati a Santeramo i bandi del Parco Nazionale dell’Alta Murgia

Il vicepresidente del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, Cesare Troia, e il direttore Domenico Nicoletti hanno inaugurato ieri, a Santeramo in Colle, lo Spazio Museo Multimediale a palazzo Marchesale, finanziato dal SAC.
L’appuntamento è stato anche occasione per presentare i tre bandi promossi dal Parco per promuovere la partecipazione dei giovani e le aziende del territorio, oltre che per incontrare e ascoltare la comunità. Un momento per «ritrovare il legame con la terra e i nostri valori», come ha affermato in apertura l’assessore al Turismo del Comune di Santeramo Giuseppe Caponio, e far sì che «il Parco diventi un’opportunità per tutti».
Perché «la più grande infrastruttura del Parco – ha aggiunto il vicepresidente Troia – è fatta dalla sua comunità. La filosofia che ci sta animando, insieme al Consiglio Direttivo, è quella dell’ascolto e del coinvolgimento dei cittadini del Parco, affinché siate voi a dirci quali sono le vostre necessità e cosa il Parco può fare per voi».

Murgia, UNESCO e Matera: il Parco promotore di un percorso condiviso e partecipato

Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia è partner della Regione Puglia nell’ambito di un accordo, sottoscritto ad aprile, volto a sostenere e valorizzare i siti UNESCO della Puglia.
L’accordo prevede la costituzione di una gestione integrata, condivisa e in rete dei siti UNESCO del territorio (Castel del Monte ad Andria, Alberobello, il Santuario di San Michele Arcangelo a Monte Sant’Angelo e Matera) che coinvolge le amministrazioni di Alberobello, Andria e Monte Sant’Angelo, il Polo Museale della Puglia (che tra gli altri dirige il sito di Castel del Monte), il Parco Nazionale del Gargano e il Parco Nazionale dell’Alta Murgia che, ieri, si è fatto promotore di un incontro, aperto anche ai rappresentati dei Comuni di Ginosa e Laterza per il Parco Terra delle Gravine, volto a «discutere – come ha affermato il direttore Domenico Nicolettii processi partecipati che possano portare il Parco Nazionale dell’Alta Murgia e i Comuni che rientrano nel progetto “La Murgia abbraccia Matera” ad ottenere una certificazione UNESCO. Abbiamo voluto avviare un dialogo tra istituzioni per cercare di creare un contesto culturale solido, tale da innescare i processi che portino le persone, i cittadini, ad essere orgogliosi del proprio territorio. Vogliamo costruire la fiducia, creare un contesto fertile, una comunità forte e uno spirito di partecipazione in chi questo territorio lo vive».