itenfrdejaptrorues

  Visitatori:

Archivio News

PROGETTO P.A.T.H, 4° MEETING NEL PARCO NAZIONALE DELL’ALTA MURGIA

10-11 Dicembre 2019
presso Tenuta Tedone Consolini,
Contrada lama d'ape 482 a, 70037 Ruvo di Puglia (BA)
Parco Nazionale dell'Alta Murgia.
 
Il quarto meeting del progetto PATH “Promoting Area Attractiveness through Hiking and Introducing a Different Touristic Approach”, finanziato dal Programma Interreg V-A Grecia-Italia 2014/2020, si terrà i giorni 10 e 11 dicembre a Ruvo di Puglia, presso la Tenuta Tedone Consolini. Ospitato dal Parco Nazionale dell'Alta Murgia, partner del progetto, l’incontro vede la partecipazione dei rappresentanti dell'Unione Regionale dei Comuni della Grecia occidentale (Capofila del progetto) e degli altri partner Regione della Grecia occidentale, Istituto per le tecnologie di costruzione - Consiglio Nazionale delle Ricerche d’ Italia e Riserve Naturali Regionali Orientate del Litorale Tarantino Orientale.
 

COSTITUZIONE DEL COMITATO DI PILOTAGGIO ALTA MURGIA FREE WASTE

Martedì 19 novembre, alle ore 17.00, il presidente del Parco Nazionale dell'Alta Murgia, Francesco Tarantini, e il direttore Domenico Nicoletti hanno incontrato le polizie locali del Parco per costituire il Comitato di pilotaggio "Alta Murgia Free Waste" che ha l'obiettivo di combattere l'abbandono dei rifiuti, un fenomeno che ha assunto un carattere emergenziale in gran parte del territorio murgiano. 

NUOVI ITINERARI TURISTICI ALLA SCOPERTA DEL PARCO DELL’ALTA MURGIA: INCONTRI CON GLI STAKEHOLDER DEL PROGETTO P.A.T.H

Nell’ambito progetto P.A.T.H, “Promoting Area Attractiveness through Hiking and Introducing a Different Touristic Approach” finanziato dal Programma di cooperazione territoriale europea INTERREG CBC Grecia - Italia 2014/2020, il Parco Nazionale dell’Alta Murgia sta realizzando dei percorsi tematici che offriranno ai visitatori la possibilità di scoprire le bellezze naturali ed i punti di interesse storico-culturali all’interno del Parco.

L’ENTE PARCO NAZIONALE ALTA MURGIA SU SCHIANTO FIAT PANDA CONTRO UN CINGHIALE NEI PRESSI DI CASTEL DEL MONTE

«Profondo rammarico per l’incidente della scorsa notte ad Andria, che mi auguro non avrà conseguenze gravi per il conducente delle Fiat Panda – ha dichiarato Francesco Tarantini, presidente del PNAM – Un cinghiale contro un’auto in corsa può avere esiti drammatici e le immagini dell’accaduto lo dimostrano chiaramente. Abbiamo osservato più volte la difficoltà a contenere e circoscrivere l’emergenza cinghiali, per la natura estremamente prolifica dell’animale. Negli ultimi mesi sono stati catturati trecento cinghiali, di cui venti negli ultimi dieci giorni. L’Ente Parco si sta muovendo per mettere in campo azioni più efficaci di quelle finora attuate, che includono l’attivazione del selecontrollo nelle aree contigue dell’Alta Murgia. Siamo davanti a un problema complesso per il quale è necessario il coinvolgimento della Regione e delle altre aree protette regionali e nazionali. Oggi più che mai è urgente agire in modo sinergico».

SIC2SIC NEL PARCO NAZIONALE DELL’ALTA MURGIA

IL TOUR SIC2SIC FA TAPPA IN PUGLIA: 1.000 km in bicicletta per raccontare la biodiversità
SIC2SIC è un progetto LIFE che intende promuovere i Siti di Interesse Comunitario nel paese con un’ampio partnariato tra cui il Parco dell’Alta Murgia che incontra i ricercatori dell’ISPRA il 5 ottobre ad Altamura presso la sala consiliare alle ore 18,30 e promuove la tappa Ruvo - Castel del Monte il 6 ottobre.

MOBILITA’ SOSTENIBILE NEL PARCO NAZIONALE DELL’ALTA MURGIA

Promuovere il patrimonio culturale e naturale, in modo integrato e attraverso percorsi lenti, consente di massimizzare la sua valorizzazione e le opportunità di concorrere al nostro benessere emozionale, intellettuale e materiale. Nell'anno dedicato al turismo lento, la scelta di utilizzare la bicicletta, mezzo ecologico per eccellenza, è poi un contributo allo sviluppo sostenibile e alla sensibilizzazione sulle principali tematiche ambientali legate alla mobilità.

CHEESE 2019: A BRA (CN) LE ECCELLENZE CASEARIE DEL PARCO NAZIONALE DELL’ALTA MURGIA

L’Ente Parco: «Siamo fieri delle nostre realtà produttive che rappresentano l’identità e raccontano il patrimonio rurale e gastronomico dell’Alta Murgia. Intendiamo valorizzarle dentro e fuori dai confini regionali, in luoghi tesi al recupero dei sapori e delle tecniche produttive che si tramandano da generazioni»