itenfrdejaptrorues

  Visitatori:

Archivio News

Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia primo “Parco Slow” d’Italia

È con grande orgoglio che l’intero Consiglio Direttivo del Parco Nazionale dell’Alta Murgia accoglie il riconoscimento come unico Parco in Italia ad essere “Parco Slow” ed entrare in questa rete internazionale.
Il “diploma” di Parco Slow è stato consegnato oggi al vicepresidente Cesare Troia e al direttore Domenico Nicoletti nell’incontro organizzato da Slow Food durante la dodicesima edizione di Terra Madre Salone del Gusto 2018, in corso in questi giorni a Torino.

Bozza di Strategia per l’Area Interna dell’Alta Murgia: azioni in sinergia con gli intenti del Parco

Qualcosa si muove per la definizione di una Strategia per l’Area Interna dell’Alta Murgia, quella parte del nostro territorio lontana dai servizi essenziali tanto da risentirne dal punto di vista della qualità della vita, dello sviluppo economico locale e del conseguente (in alcune zone) calo demografico.
Minervino Murge, Spinazzola e Poggiorsini sono i Comuni del Parco Nazionale dell’Alta Murgia che rientrano nell’area selezionata nell’ambito della Strategia Nazionale per le Aree Interne.
In questa prima fase, gli attori e le istituzioni del territorio sono in fase di ascolto delle forti richieste che arrivano dal basso, da chi in quelle zone ci vive e, come emerso nell’incontro tenutosi questa mattina nella Sala Consiliare del Comune di Poggiorsini su “Turismo responsabile e sostenibile, capitale naturale e culturale”, c’è grande volontà di riappropriarsi di una identità del territorio che ne rispecchi le necessità e le peculiarità.

Il PNAM al Tavolo di Partecipazione in occasione della Settimana Europea della Mobilità ad Andria

Il vicepresidente del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, Cesare Troia, ha preso parte, il 18 settembre, al Tavolo di Partecipazione sul tema “Racconti di progetti attivi tra ambiente e mobilità sostenibile” tenutosi all’Officina San Domenico di Andria nell’ambito delle iniziative organizzate dal Forum Città di Giovani in occasione della Settimana Europea della Mobilità.
Un confronto costruttivo tra diverse realtà attive sui temi della mobilità, della qualità dell’aria e della ricerca di soluzioni innovative per ridurre le emissioni di auto e di trasporto, anche grazie alle nuove tecnologie e alle misure di pianificazione: insieme a vicepresidente Troia, infatti, al Tavolo c’erano Pierpaolo Matera (assessore a Traffico e Mobilità del Comune di Andria), Riccardo Larosa (Legambiente Andria), Giovanni Prezioso (I Bicipedi), Maria Marzano (amministratrice del gruppo Facebook Car Sharing Andria “Chiacciër ind alla macch’n”), Nico Capogna e Davide Di Bisceglie (Pin Bike).

“Piano di Gestione del Cinghiale 2018-2020”: il Parco Nazionale dell’Alta Murgia chiede incontro ai Prefetti di Bari e BAT

Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia avvierà, a breve, il Piano di gestione del cinghiale 2018/2020, adottato con deliberazione del Consiglio Direttivo n. 26/2018 del 17 luglio 2018.
Un Piano che prevede una strategia articolata, in coerenza con la normativa vigente e con gli indirizzi nazionali, in particolare, con le “Linee guida per la gestione del cinghiale (SUS scrofa) nelle aree protette” pubblicate dal Ministero dell’Ambiente e dall’ISPRA.

Danneggiata da un principio d’incendio Masseria Martucci ad Altamura, “culla” del PNAM: l’Ente Parco esprime vicinanza e sostegno al Centro Studi “Torre di Nebbia”

Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia, nelle persone del vice presidente Cesare Troia, del direttore Domenico Nicoletti, e del Consiglio Direttivo tutto, esprime vicinanza e sostegno al Centro Studi “Torre di Nebbia” che ha sede nella Masseria Martucci ad Altamura che, martedì 4 settembre, è stata oggetto di un vile atto vandalico.

Idee, aziende e ‘visioni’: tre bandi dal Parco Nazionale dell’Alta Murgia

Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia, nell’anno del Cibo Italiano, si fa promotore delle eccellenze della Puglia, aprendosi ai cittadini e alle loro idee per renderli protagonisti del territorio.
È in quest’ottica che l’Ente ha lanciato tre diversi bandi, rivolti all’inventiva dei giovani “parchigiani”, alle aziende virtuose che operano sul territorio e a tutti coloro che vogliano raccontare il Parco dal loro punto di vista.

BANDO PER L’ASSEGNAZIONE DI N. 3 PREMI PER TESI DI LAUREA IN MEMORIA DI JACOPO DI BARI E MARCO PIETRALONGO

L'Ente Parco, come anticipato nel corso dell'evento pubblico tenutosi lo scorso settembre in memoria  di due studenti universitari, Marco Pietralongo, 24 anni di Andria, e Jacopo di Bari, 22 anni di Barletta, deceduti il 23 settembre 2016 in un incidente stradale mentre si recavano in una delle aziende agro-zootecniche che ospitava il Festival della Ruralità, ha istituito 3 Premi per Tesi di Laurea che trattino lo studio e l’osservazione delle componenti biotiche caratterizzanti il territorio Italiano e del Parco Nazionale dell’Alta Murgia.

LA DEMOCRAZIA DEI LUOGHI. AZIONI E FORME DI AUTOGOVERNO COMUNITARIO

VI Convegno nazionale SdT di Castel del Monte (15-17 novembre 2018)
 
 Nell’ambito del programma “e-Venti del Parco Nazionale dell’Alta Murgia”, di grande rilievo nazionale l’incontro dal 15 al 17 novembre a Castel del Monte della Società dei Territorialisti Italiani su La democrazia dei luoghi. Azioni e forme di autogoverno comunitario”, con l’obiettivo di mettere in luce i caratteri, la diffusione, la capacità generativa di luoghi che possono contrastare il dominio dei flussi globali.
 
Allegati Programma provvisorio e Call per paper/poster/schede con scadenze per la Cittadinanza attiva: definitivi 29.10.2018 e per i Ricercatori/ricercatrici: abstract 28.09. 2018
 

Consultazione pubblica: PATTO AMBIENTALE - ECOSISTEMA MURGIA

Formulazione della Piano Economico e Sociale della Comunità del Parco dell'Alta Murga (art. 14 L.394/91)

 La legge n.394/91 prevede – “Iniziative per la promozione economica e sociale” nelle Aree protette del Paese.
La Comunità del Parco dell'Alta Murgia ha inteso attivare ogni iniziativa utile approvando il "PATTO AMBIENTALE Ecosistema Alta Murgia" per il varo del piano pluriennale economico e sociale per la promozione delle attività compatibili. Tale piano è sottoposto al parere vincolante del Consiglio direttivo ed è approvato dalla Regione Puglia.