itenfrdejaptrorues

  Visitatori:

Archivio News

DIVIETO BRUCIATURA STOPPIE E RESIDUI VEGETALI NEL PARCO ED OPERAZIONI DI PREVENZIONE ANTI INCENDIO BOSCHIVO

In una nota inviata alle Amministrazioni Pubbliche statali, regionali e locali competenti, agli organismi di sorveglianza del territorio, agli ordini professionali ed alle associazioni di categoria agricole, l’Ente Parco Nazionale dell’Alta Murgia ha ribadito che, con l’approssimarsi del periodo di massimo rischio incendi boschivi, su tutto il territorio del Parco è vietata la bruciatura delle stoppie e delle paglie, nonché della vegetazione presente al termine di prati seminati. Sono fatti salvi, previa autorizzazione dell’Ente, i casi dettati da esigenze fitopatologiche certificate dall’Osservatorio Fitopatologico Regionale. In tali casi la distruzione dei residui vegetali è consentita a partire dal 1. ottobre.

COMUNICATO STAMPA

Si è svolto ieri 23/05, presso il centro visite “Torre dei Guardiani” in agro di Ruvo di Puglia, nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia, la giornata di sensibilizzazione “La Biodiversità incontra la scuola” svolta nell’ambito del progetto SAVEGRAINPUGLIA in occasione della settimana pugliese della biodiversità.

COMUNICATO STAMPA

Questo Ente, Partner del progetto SAVEGRAINPUGLIA finalizzato al recupero dei semi antichi, nell’ambito della Settimana della Biodiversità Pugliese ha organizzato presso il centro visite di Torre dei Guardiani in agro di Ruvo di Puglia, un seminario divulgativo dal Titolo “La Biodiversità incontra le scuole” a cui sono stati invitati 50 studenti della classi II e IV della Sezione Agroalimentare dell’istituto IISS Nervi-Galilei di Altamura.

L’evento è anche aperto al pubblico per partecipare è possibile prenotarsi contattando il numero 080 3262268 / 3283922402 dalle 10.00 alle 12.00 sino a venerdì 19/05 chiedendo della dott.ssa Chiara Mattia.

Poiché il numero massimo di partecipanti all’evento è 80 verranno accettate solo le prime 30 prenotazioni.

COMUNICATO

COMUNICATO STAMPA

A conclusione del mandato di Presidente, durato 5 anni, del mio amico Cesare Veronico, sento il dovere di esprimergli pubblicamente non solo il mio ringraziamento ma anche quello dell’intero Consiglio Direttivo. Così come gli esprimiamo riconoscenza per il lavoro svolto anche in assenza della necessaria presenza del Consiglio Direttivo, insediatosi poco più di un anno fa. Cesare Veronico, nella sua veste di Presidente cui spettava la rappresentanza legale dell’Ente Parco oltre al coordinamento dell’attività in sinergia con il Direttore, ha anche assunto decisioni importanti, ottenendo dei risultati ragguardevoli.
Ora spetterà al sottoscritto in qualità di vicario del Presidente fino alla nomina del nuovo vertice amministrativo, ed al Consiglio Direttivo proseguire nell’azione intrapresa, con particolare riguardo all’attività agricola e zootecnica senza tralasciare quanto già realizzato, in una visione di confronto costante con tutte le realtà del territorio.
Ci auguriamo, insieme alla Comunità del Parco rappresentata dai 13 Comuni, dalla Regione Puglia, dalla Città Metropolitana di Bari e dalla Provincia BAT, ed alla struttura tutta dell’Ente Parco, di raggiungere obiettivi significativi per la protezione della natura e del paesaggio, per la corretta fruizione del territorio e per lo sviluppo compatibile delle economie locali, nel solco delle strategie definite dal vigente Piano per il Parco.

"IL PARCO PER IL GRILLAIO" - IL 4 E 5 MAGGIO TORNA IL CENSIMENTO DEL GRILLAIO IN PUGLIA E BASILICATA

Il Falco grillaio (Falco naumanni) continua ad essere monitorato dal Parco Nazionale dell’Alta Murgia e della LIPU e il censimento generale della popolazione apulo-lucana è il primo passo per conoscerne lo stato di conservazione.
Il censimento, coordinato per conto dell’Ente Parco dalla LIPU Sezione di Gravina e Alta Murgia, si svolge regolarmente da 9 anni ed è il risultato della collaborazione fra diverse associazioni del territorio e numerosi volontari che si danno appuntamento presso i famosi “dormitori” urbani.

ATTIVITA' DI BIRDWATCHING - 7 MAGGIO

falco grillaioAvviato per il secondo anno consecutivo il progetto “Rete euromediterranea per il monitoraggio, la conservazione e la fruizione dell’avifauna migratrice e dei luoghi essenziali alla migrazione” in collaborazione con altri 5 Parchi Nazionali secondo la Direttiva per la biodiversità del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio
 

DISPOSIZIONI TECNICHE PER ATTIVITA' SPORTIVE E SORVOLO

Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia ha adottato, con Determinazione del Direttore n. 70 del 03/04/2017, le disposizioni tecniche per il rilascio delle autorizzazioni relative a manifestazioni sportive e sorvolo e adozione dei relativi modelli di richiesta.
Le disposizioni tecniche hanno l’obiettivo di fornire elementi certi per l’utilizzo del territorio del Parco Nazionale dell’Alta Murgia nelle more dell’approvazione del Regolamento del Parco. 

CESARE VERONICO: "LASCIO IL PARCO IN BUONE MANI"

Conferenza stampa di commiato per il Presidente del Parco Nazionale dell’ Alta Murgia.
“Un’esperienza professionale e di vita tra le più importanti che potessi affrontare”.
Con queste parole Cesare Veronico ha descritto il suo mandato da Presidente del Parco Nazionale dell’Alta Murgia nel corso della conferenza stampa, tenutasi nella Sala Giunta della Città Metropolitana, che segna la conclusione del suo mandato, della durata di cinque anni.
“Quando il Ministero per l’Ambiente, di concerto con la Regione Puglia, indicarono il mio nome come presidente del Parco che, un decennio prima, da Assessore Provinciale, avevo contribuito a far nascere, provai la sensazione di essere di fronte a una delle sfide più eccitanti e impegnative della mia vita: avevo la possibilità, per la prima volta, di dare concretezza ai miei ideali di ambientalista”.

L'ARPA PUGLIA POTREBBE MONITORARE I POLIGONI MILITARI

Il Presidente del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, Cesare Veronico, ha incontrato nei giorni scorsi la Commissione parlamentare sugli effetti dell'utilizzo dell'uranio impoverito, presieduta dal Deputato Gian Piero Scanu. L’incontro è avvenuto nel corso di una visita ispettiva nei poligoni di addestramento delle Forze Armate in territorio pugliese e, quindi, anche nel poligono di Torre di Nebbia, situato nel territorio del Parco. All’incontro erano presenti anche i vertici della Brigata Pinerolo, principale utilizzatrice dei poligoni. Il Presidente Veronico ha rimarcato l’incompatibilità dei poligoni addestrativi con gli obiettivi di tutela della natura e del paesaggio e di sviluppo di attività ecocompatibili propri dei Parchi Nazionali. Tuttavia il quadro normativo vigente e la giurisprudenza costituzionale impongono alle Forze Armate ed agli Enti Parco di raggiungere accordi per la disciplina delle stesse esercitazioni. “In questo senso – ha sottolineato Veronico – il Parco Nazionale dell’Alta Murgia è all’avanguardia in Italia avendo sottoscritto con le FF.AA. un protocollo d’intesa, rivisto in meliusper la tutela dell’area protetta proprio nei giorni scorsi e che ha portato ad una drastica riduzione delle giornate di esercitazione a fuoco soprattutto nel delicato periodo biologico primaverile. Un risultato che molti Parchi Nazionali cercano di raggiungere chiedendo informazioni e documenti al nostro Parco”.